0

www.moto.it

Yamaha mette in pista le nuove 450 e Roczen torna in sella!

0
...

Arnaud Tonus di Wilvo Yamaha ha corso a Loket lo scorso fine settimana con la Yamaha YZ450F 2018, dopo che era stata svelata il mese scorso a Ottobiano. Tonus ha testato a lungo la nuova generazione di YZ450F, che ora dispone dell'accensione elettronica, ma che, nonostante tutto, ha lo stesso peso del modello 2017. La versione commerciale del MY 2018 delal YZ450F è ancora in sviluppo; i piloti Yamaha Factory Racing di Monster Energy, Romain Febvre e Jeremy Van Horebeek, dovrebbero utilizzare la YZ450FM 2018 entro la fine dell'anno.

Shaun Simpson dovrebbe tornare a correre nel penultimo round della serie mondiale ad Assen, dove ha vinto una gara l'anno scorso. Lo scozzese correrà con una YZ450F 2018. Shaun ha confermato i propri piani: «probabilmente potrei riuscire a correre prima di Assen, ma voglio essere al 100%". Ha anche parlato del GP delle Nazioni: «Non mi aspetto che il direttore di squadra Mark Chamberlain mi scelga già adesso, e mi auguro ogni bene per la squadra britannica, ma se dovesse succedere qualcosa a uno dei tre piloti che sceglierà, mi piace pensare che potrei essere io a fare da sostituto».

Max Nagl è alla ricerca di una nuova moto per il 2018: «Husqvarna mi ha comunicato la scorsa settimana che avranno solo due piloti l'anno prossimo, sono un po' contrariato, visto che ora molte squadre sono già piene. Sono in trattative con Honda e Yamaha».

La MX2 ha cambiato “look" a Loket. Senza la gara di EMX250 lo scorso fine settimana, alcuni regolari dell'Europeo ne hanno approfittato per provare l'ebbrezza di un GP. Yamaha ha promosso Karlis Sabulis e Roan van de Mooisdijk, Kawasaki ha fatto lo stesso con Ruben Fernandez, Morgan Lesiardo e Marshal Welton. Welton ha corso senza DRT e, dopo aver finito nono nel suo GP di debutto, spera di avere più possibilità. Calvin Vlaanderen è tornato per la prima volta dopo la Lettonia, e l'australiano Jed Beaton ha corso la prima delle due gare per HRC.

Ken Roczen e i suoi amici hanno scosso il mondo online la scorsa settimana quando, a sei mesi da quando si era distrutto il polso sinistro, l'avambraccio e il gomito, il tedesco è tornato in sella. Dopo aver ricominciato ad andare in bicicletta all'inizio del mese, Roczen e i suoi trainer Christian Craig e Adam Cianciarulo hanno usato le loro pagine Instagram per pubblicare foto di K-Roc seduto su una moto in marcia e anche uno di Ken mentre salta in un centro ippico in Florida, a bordo di una CR450F, usando il numero 14 diCole Seely. Il commento di Roczen alla foto è stato: «non chiamatelo ritorno, non ho mai smesso». I post sono un chiaro segnale che prelude a un ritorno a gennaio all'apertura dell'USSX.