28

www.moto.it

MXGP: cosa succede dopo la vittoria di Cairoli e altri insights dal mondo del tassello

28
...

MXGP: cosa succede dopo la vittoria di Cairoli e altri insights dal mondo del tassello

La vittoria di Antonio Cairoli in Spagna è stata la numero 84 della sua carriera e il suo migliore risultato da Loket/CS lo scorso luglio. La vittoria ha segnato un nuovo record in quanto il siciliano è ora il primo pilota a vincere almeno un GP in quindici stagioni consecutive. La reazione del campione? "Mi fai sentire vecchio!"

Jeffrey Herlings, dopo non essere riuscito a superare Tony in entrambe le gare, ha ammesso: "Sto perdendo le gare a causa delle mie partenze e dobbiamo fare qualcosa a riguardo, stiamo provando nuove componenti questa settimana".

La Bulgaria torna nel calendario della MXGP per la prima volta in quattro anni, il 25/26 agosto, rimpiazzando il GP svedese, annullato a gennaio. Youthstream ha cercato in ogni modo di sostituire la data svedese, in modo tale da allungare il più possibile il confronto tra Cairoli-Herlings.

Nonostante il numero di fan che prendevano parte al GP di Bulgaria sia sempre stato molto esiguo, raramente raggiungendo mille persone, Sevlievo è stato un degli appuntamenti fissi nel calendario per oltre un decennio, in quanto l'agenzia turistica bulgara copriva i costi dai fondi attinti dall'UE. Purtroppo però, ultimamente, le pressioni in un paese con uno dei tenori di vita più basso in Europa e una situazione politica instabile hanno visto il ritiro del sostegno per un evento regolarmente visitato dal capo del governo.

L'opposizione è ora calata e le negoziazioni sono in corso da diverse settimane; un accordo provvisorio è stato raggiunto prima di Valkenswaard, ma nessun contratto poteva essere firmato fino a quando non fosse stata trovata una data adeguata.

Un rimpiazzo diretto per il GP di Svezia, che si sarebbe dovuto correre l'11 e 12 di agosto sarebbe stato un incubo logistico sia per YS che per le squadre, con un viaggio in Svizzera prima che il circus si dirigesse verso la Turchia il primo fine settimana di settembre.

Le trattative sono rimaste talmente tanto segrete che nemmeno i funzionari della FIM sapevano dello spostamento della gara al 25 e 26 agosto; infatti, il presidente della FIM MX Tony Skillington, il direttore di gara Ingo Partsch e il suo vice Jiri Sitina, lo steward tecnico permanente Andy Summers eil direttore sanitario della FIM MX David McManus, hanno in programma il sono tutti World Junior in Australia quel fine settimana.

La ragione ha comunque prevalso e alla fine della scorsa settimana la Bulgaria è stata confermata per il 25/26 agosto, risultando così in un unico viaggio di due settimane nei Balcani con il breve spostamento in Turchia una settimana dopo.

Troppi protagonisti di questo sport terminano tristemente la propria carriera su una sedia a rotelle, quindi è stato bello vedere Yamaha, Youthstream e FIM Europe dare un contributo sostanziale all'annuale Bal de Printemps Gala alla Paraplegic Research Foundation (IRP) a Ginevra questa settimana; tra i presenti anche l'ambasciatore dell'IRP Marc Ristori, ex pilota della MXGP. YS supporta anche Wings For Life e Road2Recovery, mentre la Yamaha ha anche messo all'asta una YZ450FM e quattro biglietti VIP Gold per il GP di Svizzera ad agosto, raccogliendo 11.000 €.

Ken De Dycker, "in pensione" dalla fine della scorsa estate, è tornato tra i regolari dei GP in Spagna. Dopo aver dimostrato di non aver perso il suo ritmo in corsa, sua velocità con una wild card ride a Valkenswaard, Keeno è stato ingaggiato nel campo di Bos per almeno la Spagna e il Trentino come sostituto per l'infortunato Jordi Tixier.

Mark Yates, a capo del team di Revo Husqvarna, ha ammesso in Spagna che l'impegno della sua squadra per l'EMX250 quest'anno (entrambi i piloti hanno vinto una gara) è l'ultimo trampolino di lancio all’interno dei piani del proprio team: "Quando ci siamo allenati da soli tre anni fa abbiamo elaborato un piano e siamo riusciti a mantenerlo, l'anno prossimo vogliamo andare in MXGP!"

I piloti? "Sia Mel Pocock che Martin Barr hanno un contratto di due anni e sono fiducioso che possano essere competitivi tra i team privati in MXGP, entrambi hanno dimostrato la loro velocità questo weekend in EMX250". Il risultato è stato significativo per Pocock in quanto ha segnato il suo ritorno sulla scena internazionale esattamente quattro anni da quando ha quasi perso una mano, quando gli è rimasta incastrata nella ruota posteriore della moto di un altro pilota.