29

www.moto.it

MX 2018. GP del Portogallo, le dichiarazioni dal podio

29
...

JEFFREY HERLINGS (1° MXGP)

«La prima manche non è stata problematica perché sono rimasto in testa all’inizio alla fine, mentre nella seconda manche il cancello ci ha messo molto ad andare giù e mi sono sbilanciato e di conseguenza che Cairoli è spuntato meglio di me e poi mi ha chiuso la strada. Ho recuperato subito ma verso la fine ho fatto un errore, però avevo accumulato un discreto margine ed in più si erano formate molte carreggiate per cui c’erano diverse traiettorie a disposizione per i sorpassi. Per il resto è andato tutto molto bene, voglio ripetermi e non vedo l’ora già di correre il prossimo GP».

ANTONIO CAIROLI 2° MXGP)

«E’ un bel campionato anche se molto difficile, e non è possibile rimanere davanti tutte le volte. Nella prova iniziale ero partito bene ma poi ho allargato un po’ troppo e mio sono trovato 10°, poi mi si è spenta la moto e mentre mi riprendevo ho ricevuto una sassata negli occhiali che mi ha tolto la concentrazione e ha fatto si Jeffrey ne approfittasse. Purtroppo fisicamente non sono ancora al 100% perché la stagione è ancora lunga ed ho programmato di entrare in forma più avanti».

TIM GAJSER (3° MXGP)

«Sono felice di essere ritornato sul podio, anche perché sono rimasto sempre a ridosso dei primi. Peccato per la seconda partenza che non mi ha favorito, per il resto sono sulla strada giusta e spero di migliorarmi ancora in breve tempo».

JORGE PRADO (1° MX2)

«E’ stata una bella soddisfazione vincere due GP a fila, oltretutto mentre ad Arco verso fine gara ho fatto un errore questa volta non ho praticamente sbagliato nulla fin dalla giornata riservata alle qualifiche. Ora è importante mantenere questo passo e non perdere la concentrazione, perché l’obbiettivo è quello di eliminare nel più breve tempo possibile il divario di punti che mi separa da Jonass».

THOMAS OLSEN (2° MX2)

«E’ una bella sensazione sentirmi ritrovato dopo la giornata non proprio esaltante che ho avuto ad Arco. Oggi quindi ho cercato di mantenere la calma e la concentrazione, ero ispirato anche dalle condizioni della pista tutto sommato più accettabili e direi che è andato tutto bene grazie anche al mio buono stato di forma».

JED BEATON (3° MX2)

«Il podio ti da una carica enorme e lo stimolo per riprovarci anche la volta dopo. Oggi mi sono divertito proprio, anche perché ho trovato un circuito tecnico come piace a me che mi ha permesso di dare il meglio, lentamente mi sto migliorando e spero di continuare così anche nella restante parte di stagione».